OFFERTE SPECIALI | RECENSIONI | NEI DINTORNI | EVENTI | FOTO | NEWS |
ROSALBA TERMINI:


ROSALBA TERMINI

Rosalba Termini

TRADUZIONE de "Era s÷ pangh e cìn'ma" di Rosalba Termini
 
Proprio in questi giorni abbiamo sentito nominare
La parola ARISTON
Così questo nome mi ha portato indietro negli anni
Questo da un po' di tempo, mi sta succedendo ogni tanto
Sarà colpa dell'età che avanza
Ma l'Ariston che ho in mente
Non c'entra niente con Sanremo della Liguria
E neanche col Festival.
 

E sì, il mio pensiero va al bel cimena del mio paese... Piazza
Ma forse è meglio che diciamo
Quello che è rimasto del bel cinema
Perché ormai è ridotto a monumento della rovina.
Abbandonato in quell'angolo
Con le porte serrate o meglio proprio murate
E per giunta dipinte come per dare loro un'aria di contegno
Una volta le persone a Piazza parlando fra loro dicevano

 
'Quale film danno stasera all'Ariston?'
Ora la domanda è diventata
'Dove ce l'hai la macchina?
La mia ce l'ho posteggiata all'Ariston.'
E sì... peccato... la piazzetta davanti al cinema
Ridotta a parcheggio
E con tanto di parchimetro.

 
Io stessa, non mi posso nascondere,
Quando sono a Piazza posteggio la mia macchina
Proprio all'Ariston, ma ve lo posso giurare,
Non c'è una volta che davanti agli occhi
Non mi passino in rassegna i ricordi nitidi
Di quando all'Ariston ci andavo per vedere
'Quo vadis' oppure
'I Dieci Comandamenti'.

 
Mi rivedo insieme a mia madre e mia sorella Maria Vittoria
Tutte e tre imbellettate
E con mio padre a fianco che ci accompagnava
Per poi venirci a prendere a film finito.
Ma per andare a cinema con la mia famiglia
Dovevano esserci tre condizioni:
Che mia sorella di sette anni più grande di me
Aveva finito di farsi i compiti della scuola per il giorno dopo

 
Che io per tutta quella giornata
Non avevo fatto arrabbiare mia madre
Era lei la vera carabiniera in casa mia,
La terza condizione era quella di portarmi
Infilata nella borsetta di mia madre
Una fetta di pane semplice
E com'era dolce mangiarselo
Seduta lassù nel buio della sala.

 
Solamente ogni tanto illuminata
Dal lampeggio della maschera
Che accompagnava al suo posto
Qualche ritardatario.
E più il film mi piaceva
Più io mi deliziavo a dare morsi
Alla mia fetta di pane semplice
Come se fosse stata una prelibatezza...
Invece
Era solo... pane e cinema

 
Rosalba Termini, febbraio 2016


ROSALBA TERMINI

Informazioni article by:
GAETANO MASUZZO, Piazza Armerina
Gaetano Masuzzo