15 AST 1962: OFFERTE SPECIALI | RECENSIONI | NEI DINTORNI | EVENTI | NEWS | OFFERTE DI LAVORO |

15 AST 1962

15 Ast 1962

15 Ast 1962 poesia che racconta la fine dei festeggiamenti di ferragosto a Piazza Armerina città dei mosaici in provincia di Enna in Sicilia.
 
Con la processione e il ritorno in Cattedrale intorno alle 23:00 del Glorioso Vessillo di Maria SS. delle Vittorie, si concludono le feste dell'Agosto Armerino e con esse le ferie dell'emigrante, costretto a tornare, a malincuore, la sera stessa del 15 agosto. La valigia è già pronta subito dopo bummiàda. Il poeta in questa poesia in lingua gallo-italica ne coglie la malinconia.
 
U quinn'sg d'Ast
Ciannàn Madonna 'n cèlu
a tanti 'nt l'ggi ggh' cala 'n vèlu.
'Ntra staséra e dumàngh
u frestér torna dduntàng.
 
U témp d' npatri e 'n gloria
Madonna d V'ttoria
e u f d stagiunàda
d'vénta frédd d'nv'rnàda.
 
C bummiàda
a valig' è pronta, taccàda.
F'nì a maschiàda !
Cumenza a Traviàta.
 
'N'uggiàda 'mpannàda ad amisgi e parént'
a paròdda s' nz'rragghia n dént.
Sv'ntulia u m'car
p' muccè scuncert e d'lr
 
e u n'vett ch' p'cchiulia
dna ad partenza u via.
U viàgg è ddngh cu cr 'mp'natù
s' coggh' a stràta p' annè a fér u mù.
 
... E zzà, a Ciàzza, a part, d' dumàngh
ggh'è cu spetta, arréra, a v'nua d figgh dduntàngh.
 
Tanino Platania
 
(dalla raccolta Pénz e dì, Ed. Paruzzo, CL, 2010)


15 AST 1962

Informazioni article by:
GAETANO MASUZZO, Piazza Armerina
Gaetano Masuzzo